Repower e i contratti contestati
Repower ha aderito, con decorrenza 1 giugno 2012, alla procedura prevista dal provvedimento con il quale l’Autorità dell’Energia introduce misure per la prevenzione del fenomeno dei contratti e delle attivazioni di forniture di energia elettrica e/o di gas naturale non richiesti dal cliente finale, per consentire il ripristino della situazione antecedente all’attivazione non richiesta.

La disciplina relativa ai contratti “non richiesti” (ora rinominati “contestati”) e alle procedure di ripristino è stata armonizzata dalla Del.228/17. Tale delibera istituisce anche il TIRV (“Testo Integrato in materia di misure propedeutiche per la conferma del contratto di fornitura di energia elettrica e/o di gas naturale e procedura ripristinatoria volontaria”), che si applica ai contratti a distanza o negoziati fuori dei locali commerciali del venditore e che comprende la procedura ripristinatoria (ad adesione volontaria sia del cliente finale che del venditore) qualora nella fase di conferma del contratto non siano state rispettate le misure preventive.